top of page

Come affrontare (e sconfiggere) il burn out


A chi non è capitato di sentirsi svuotati, senza energie e voglia di far niente in questo lungo periodo di pandemia?


E' il "burn out" ovvero lo stress ti ha portato a un livello per il quale tutto è difficile e sei demotivato e nel peggiore dei casi addirittura depresso.


Per chi lavora non è una sindrome tanto remota, semmai il termine è assunto alle cronache con la clausura imposta dai lock down, dai rari rapporti interpersonali e dallo stare in casa anche a lavorare, il che porta spesso a non staccare mai.

Effettivamente se staccare significa andare a fare la spesa dopo un po' consideri il supermercato non più come un "non luogo" ma come una associazione salvifica!

Mentre compri l'insalata fai due chiacchiere con la vicina distante almeno un metro e mezzo che acquista i pomodori, alla cassa attacchi bottone con la cassiera che disfatta -non dimentichiamoci che oltre al personale sanitario sono state tante le categorie di lavoratori che hanno reso più facile la nostra vita sacrificando il loro tempo e prendendo rischi alti.


Io stessa sono stata e forse lo sono ancora sotto burn out.

Non dipingevo o disegnavo da mesi, anche la tv mi aveva stancata, la creatività c'era ma la voglia era davvero poca o niente e a fine giornata di artistico avevo fatto ben poco.


Poi, come mi capita spesso, mi sono guardata dentro e in faccia allo specchio e ho deciso che il burn out non avrà ragione di me! Ho abitudini peggiori (fumare due pacchetti di sigarette dopo 24 anni di vizio ad esempio...se ci penso sento Freddie Mercury che mi canta "We are the champion" solo per me!).


Ma come fare?


Creando una nuova routine, anche grazie ai consigli via net dati da altre persone che avevano sconfitto il drago.

Sì perchè per me il burn out stava diventando davvero deleterio, dormivo poco anche se mi svegliavo tardi, mangiavo male anche se avevo la possibilità di cucinare cose sane, ero nervosa e irritabile perchè stare con le mani in mano è davvero brutto. Non è una vacanza ma un blocco, un congelamento totale delle proprie abilità, voglie e stili di vita, giusto se si pensa alla pandemia ma estremamente pericoloso per la salute mentale.


Darmi precisi compiti e scadenze mi ha aiutata piano piano a scardinare l'apatia nella quale ero caduta portandomi a ricominciare a creare, dipingere e disegnare.


Ecco allora @inktober che è una prova di creatività, senza premi, organizzata sia per l'intero mese di ottobre sia durante tutto l'anno.


Io per adesso mi sto dedicando a quello a @inktober52 come le settimane che compongono un anno solare o @inktober2021 per diversificarlo da quello degli altri anni.


Ogni settimana gli organizzatori, capitanati da @JakeParker, fanno sapere quel'è il tema e gli artisti realizzando in base alla propria creatività e fantasia uno o più creazioni con inchiosto, in bianco e nero o colorato. Si possono anche mischiare le tecniche e quindi vai con l'acquerello!


Il bello è che non serve essere Picasso, non devi rendere conto a nessuno se non a te, puoi interrompere o come ho fatto io iniziare quando vuoi.


E' un grimaldello per una nuova routine artistica che non faccia pensare "Oddio devo disegnare qualcosa" ma che ti fa disegnare come se avessi una commissione (io la prendo così almeno) e rispettare i tempi.


Non sono sicura di farcela a finire quello del prossimo ottobre, 31 disegno in un mese, un al giorno, ben fatto e stiomlante non è un'impresa facilissima....ma non do nulla per scontato, dopotutto fino a qualche settimana fa prendevo in mano una matita o un pennello e adesso ringhio all'inchiostro o al pennino se non va come voglio io.

Eh sì non è proprio facilissimo per una competitiva verso se stessa ;)


Spero che a voi non sia mai successo ma se sì come avete affrontato la situazione?

Spero anche che questo articolo ti sia utile perchè a me sentire che non ero la sola a provare determinate emozioni e sensazioni mi ha aiutata tantissimo!


Vi lascio le creazioni che ho fatto sino ad adesso...ci riaggiorneremo più avanti!

Un abbraccio


Alessandra

8 visualizzazioni0 commenti
bottom of page